Russia 2018 – Giappone sogna, Belgio rimonta e passa nel recupero

Cayami
FIFA World Cup 2018

Il Belgio vince in maniera incredibile a 15” dallo scadere del quarto ed ultimo minuto di recupero, completando la rimonta dopo essere stato sotto di due reti nei primi minuti della ripresa.

Una beffa per la squadra giapponese che aveva sorpreso gli avversari approfittando delle falle nella mediana ed in difesa, illudendosi di poter entrare anche lei nella storia e di non essere più “vittima” di battute in riferimento al cartone Holly e Benji.

Dopo un primo tempo che aveva mostrato solo due tiri deboli di Hazard e di Inui, e dopo aver assistito ad una quasi papera di Courtois che a quanto pare voleva passare alla storia per qualcosa di cui vergognarsi, la ripresa delizia dell’inizio devastante dei samurai.

Al 49’ il Giappone passa in vantaggio grazie al gol di Haraguchi, bravo ad approfittare di un’incertezza in fase di chiusura di Vertonghen e a scagliare un diagonale imprendibile per Courtois.
Tre minuti dopo arriva l’incredibile raddoppio con Inui, che viene lasciato colpevolmente solo nella possibilità di poter lasciar partire una botta da fuori che si insacca all’angolino alla sinistra dell’estremo difensore belga.

Lukaku prova a riaprire il match, ma spedisce di testa a lato. Di testa e con non poca fortuna il gol arriva al minuto 69 ma con Vertonghen, che nel tentativo di servire di testa a centro area si ritrova ad esultare quanto la palla si insacca sotto la traversa sorprendendo Kawashima.

Cinque minuti dopo il Belgio trova il pari ancora con un colpo di testa, questa volta per opera di Fellaini che insacca su cross dalla sinistra di Hazard.

Il Belgio domina e Kawashima si rende protagonista al 86’ su due conclusioni di testa consecutive di Chadli prima e di Lukaku poi, respingendo il tiro da fuori di Vertonghen un minuto dopo.
La formazione di Martinez evita i supplementari a 15” dalla fine del quarto ed ultimo minuto di recupero. La ripartenza micidiale belga parte dalle mani di Courtois, passa per i piedi di De Bruyne, giunge sui piedi di Meunier che dalla sinistra fa partire un cross basso su cui Lukaku fa velo e sul quale Chadli mette il piede per il 3-2 finale.

 

BELGIO – GIAPPONE 2-2 (48’ Haraguchi, 52’ Inui, 69’ Vertonghen, 74’ Fellaini)

Belgio (3-4-3): Courtois; Alderweireld, Kompany, Vertonghen; Meunier, De Bruyne, Witsel, Carrasco (65’ Chadli); Mertens (65’ Fellaini), Lukaku, E. Hazard. All.: Martinez.
Giappone (4-2-3-1): Kawashima; Sakai, Yoshida, Shoji, Nagatomo; Hasebe, Shibasaki (81’ Yamaguchi); Haraguchi (81’ Honda), Kagawa, Inui; Osako. All.: Nishino.

Arbitro: Diedhiou (SEN).

Leave a Comment

Your email address will not be published.