SPETTACOLO

Russia 2018 – Storico pari Islanda. Messi sbaglia un rigore

La favola dell’Islanda, la nazione più piccola ad essersi qualificata ad un mondiale di calcio, continua nella prima giornata della rassegna iridata grazie al pari ottenuto contro l’Argentina di Lionel Messi.

La nazionale allenata da Hallgrimsson gioca una partita tutta cuore, fiato e difesa, soprattutto nella ripresa quando in quindici metri di campo costruisce un muro difficilmente valicabile dall’Argentina, che tanto nel primo tempo quanto nel secondo si affida alle conclusioni da fuori per creare problemi alla porta difesa da Halldorsson.

Dopo due tentativi con Otamendi e Tagliafico, l’Argentina si porta avanti al 19′ con Aguero, bravo a catturare una conclusione rasoterra di Rojo e a girarsi quanto basta per poter liberare il sinistro che termina alla destra dell’estremo difensore islandese.

Chi ha pensato all’inizio di una possibile goleada albiceleste ha fatto male i suoi conti, soprattutto dimenticando il vero punto debole degli argentini ovvero sia il reparto arretrato.
Ed è dal primo baluardo della difesa, il portiere Caballero, che giunte l’errore che regala la possibilità del pari all’Islanda che di fatto non si fa scappare l’occasione.
Cross dalla destra, respinta centrale ed errata di Caballero e palla insaccata da Finbogasson che da posizione centrale mette i conti a posto al minuto 23.

Al 63′ l’Argentina potrebbe sfruttare l’occasionissima dal dischetto per un fallo ingenuo commessa su Mesa, ma Messi tradisce dagli undici metri esaltando Halldorsson.

Il neo entrato Pavon è il più in palla sulla fascia sinistra di competenza, Messi e compagni provano l’ingresso in area e solo la Pulce trova una conclusione che si spegne largamente a lato. Il resto è un insieme di conclusioni da fuori area con Banega (parata di Halldorsson), Messi all’81esimo con palla a lato da pochissimo, Pavon su cross respinto in maniera decisiva dal portiere islandese e Mascherano, che tira in bocca al numero uno avversario.

 

ARGENTINA – ISLANDA 1-1 (19′ Aguero, 23′ Finbogasson)

Argentina (4-2-3-1): Caballero; Salvio, Otamendi, Rojo, Tagliafico; Biglia (54’ Banega), Mascherano; Di Maria (75’ Pavon), Messi, Meza (84’ Higuain); Aguero. A disp.: Armani, Guzman, Acuna, Ansaldi, Dybala, Fazio, Higuain, Lo Celso, Mercado, Perez.
All.: Sampaoli.

Islanda (4-4-1-1): Halldorsson; Saevarsson, Arnason, R. Sigurdsson, Magnusson; Gudmundsson,(65’ Gislason), Gunnarsson (76’ Skulason) A., Halfredsson, Bjarnason; G. Sigurdsson; Finnbogason (89’ Sigurdason). A disp.: Runarsson, Schram, Bodvarsson, Eyjolfsson, Fridhonsson, Ingason, Skulason O., Traustason.
All.: Hallgrimsson

Arbitro: Marciniak (Polonia).

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close
Close